Mozart e Dvorak al Teatro Goldoni

Venerdì 31 marzo, ore 21  al Teatro Goldoni

Il Concerto per due pianoforti e orchestra n.10 di Mozart e la Sinfonia n. 9 “Dal nuovo mondo” di Dvorak Orchestra dell’I.S.S.M. “P. Mascagni”

Livorno. Da oltre dieci anni il Teatro Goldoni e l’Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni salutano l’arrivo del nuovo anno con un atteso concerto il 1 gennaio: una felice consuetudine molto apprezzata dal pubblico, che si rinnoverà venerdì 31 marzo, alle ore 21 al Goldoni con una grande serata inclusa nel cartellone della stagione musicale e che vedrà nuovamente protagonista sul palcoscenico l’Orchestra dell’Istituto Mascagni con la direzione di Lorenzo Sbaffi, direttore di ensemble e orchestre di prestigio in Italia, Europa, America Latina e Asia, Premio Paul Harris Fellow 2014 dalla Rotary Foundation e che vanta un vasto repertorio, che spazia dal tardo barocco alla musica contemporanea.

“Siamo francamente orgogliosi che la collaborazione produttiva con il Goldoni si faccia sempre più stretta - afferma Stefano Guidi, direttore dell’ISSM Mascagni  - e il fatto che questo concerto, entri a pieno titolo nella programmazione ufficiale della concertistica del Teatro livornese è testimonianza concreta della crescita artistica e professionale dell’Orchestra e dei nostri allievi, che ne sono il corpo e l’anima. Un impegno di cui non posso che essere loro grato”.

Un intervento che vede così il Goldoni sempre più orientato alla diffusione e valorizzazione della musica con i giovani e per i giovani ed il Mascagni che esprime dal palcoscenico il frutto del proprio lavoro e dell’impegno dei suoi studenti e docenti, insieme alla testimonianza dell’alto livello degli insegnamenti che vi si tengono. “Ascolteremo due pagine di grande impegno tecnico e artistico - prosegue Guidi - che l’Orchestra dell’Istituto affronterà, sotto la guida esperta del M° Sbaffi, in una dimensione già definitivamente professionale: la meravigliosa Sinfonia n. 9 in mi minore "Dal Nuovo Mondo", op. 95 di Antonìn Dovràk e lo straordinario Concerto per due pianoforti n.10 KV 365 di Wolfgang Amadeus Mozart, di cui saranno interpreti due solisti di fama internazionale, Daniel Rivera e Sergio De Simone, prestigiosi docenti del nostro Conservatorio”.

Un programma popolare e coinvolgente che si aprirà con il Concerto mozartiano animato da uno spiccato carattere di virtuosismo e quasi di competizione nel dialogo tra i due strumenti, vivace e pieno di fantasia. Nella seconda parte, la celeberrima sinfonia del compositore ceco, opera ricca d’idee, di episodi, di temi e intrecci musicali, sempre sorprendente come al primo ascolto, il cui il fascino scaturisce dall’incontro di due diverse civiltà, l’europea e la nativa americana, con i suoi incalzanti ritmi.

 

Daniel Rivera, considerato un pioniere delle sfide pianistiche ed interprete di esecuzioni rare, vanta tra l’altro un’intensa collaborazione artistica con Martha Argerich, incisioni discografiche dei suoi concerti ed è docente di Pianoforte principale oltre che al Mascagni di Livorno e presso l’Accademia Internazionale di Musica e Arte di Roma, oltre ad essere impegnato in corsi e masterclass di perfezionamento pianistico, in Italia e all’estero.

Sergio De Simone, vincitore di numerosi premi in concorsi pianistici e di musica da camera, svolge intensa attività concertistica come solista e in molte formazioni cameristiche in Europa, negli Stati Uniti e in Australia, collaborando con prestigiose orchestre e con importanti direttori. Insegna Pianoforte presso il Trinity Laban Conservatoire of Music and Dance of London, al Mascagni ed alla Scuola di Musica di Sesto Fiorentino, che dirige dal 2006, oltre a tenere masterclass alla Southern Methodist University di Dallas, nelle università californiane di Santa Barbara e Fresno, all’Achucarro Foundation in Texas e all’Accademia Superiore di Spalato in Croazia.

ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI "PIETRO MASCAGNI" - P. IVA 01261560492 - COD. FISC. 80007520499